Avviso per la raccolta di candidature preliminare alla selezione di 300 cittadini albanesi per l’accesso a corsi di formazione professionale e di lingua e cultura italiana.
05/03/2013
-

Scadenza per la presentazione delle candidature: 22 Marzo 2013

Il presente avviso si inserisce nell’ambito del Memorandum d’intesa siglato il 19 luglio 2011 tra il Ministero del Lavoro, Affari Sociali e Pari opportunità della Repubblica di Albania e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali della Repubblica italiana, inerente l’implementazione dell’Accordo di cooperazione bilaterale in materia di migrazione per lavoro sottoscritto il 2 dicembre 2008.

L’avviso è finalizzato alla raccolta delle candidature preliminare alla successiva selezione di 300 cittadini albanesi, che sarà effettuata dal Patronato ACLI e dalla società AxL (di seguito “enti autorizzati”). Per le medesime finalità, un’ulteriore selezione potrà essere effettuata, successivamente, da altri enti italiani.
I candidati selezionati avranno la possibilità di partecipare a percorsi di formazione realizzati nell’ambito di progetti promossi dagli enti autorizzati.
I candidati che completeranno i corsi saranno inseriti in apposite liste di prelazione finalizzate all’eventuale impiego in Italia.  A tal fine il profilo dei candidati selezionati sarà reso disponibile alle aziende italiane interessate.
I settori d’impiego per i quali possono essere presentate le candidature sono i seguenti:
1) Collaborazione domestica e assistenza familiare
2) Ristorazione, turismo, alberghiero
3) Metalmeccanica
4) Fisioterapia e Tecnica Ortopedica
5) Pulizia e piccola manutenzione
Sono inoltre richieste attività di segreteria tecnica in diversi settori, con particolare riguardo a quello commerciale. 

Sono destinatari dell’avviso tutti i cittadini albanesi che:
- hanno compiuto il diciottesimo anno d’età
- sono interessati a svolgere un’attività lavorativa in Italia nei settori elencati al seguente punto 4
- non hanno condanne passate in giudicato o carichi penali pendenti
- non sono segnalati nel SIS (Schengen Information System) al fine della non ammissione nel territorio dei paesi Schengen (in base all’art. 32, Titolo III del codice comunitario dei visti)
- non sono già in possesso di permesso di soggiorno per motivi di lavoro in Italia o di carta di soggiorno

Le candidature potranno essere presentante entro il 22 Marzo2013(negli orari d’apertura degli uffici) compilando un’apposita scheda di iscrizione reperibile sul sito internet del MoLSAEO (www.mpcs.gov.al) o presso tutti gli Sportelli Migrazione. La scheda d’iscrizione compilata deve essere consegnata personalmente ed unitamente ad un documento di riconoscimento negli Sportelli Migrazione presso gli Uffici regionali e locali per l’Impiego, ricevendo un codice personale di avvenuta registrazione. È possibile iscriversi negli Sportelli Migrazione nelle seguenti città:


Berat, Bulqizë, Burrel, Delvinë, Devoll, Durrës, Elbasan, Ersekë, Fier, Gjirokastër, Gramsh, Has, Kavajë, Korçë, Krujë, Kuçovë, Kukës, Laç, Lezhë, Librazhd, Lushnje, Mallakastër, Malësi e Madhe, Mirditë, Peqin, Peshkopi, Pogradec, Pukë, Përmet, Sarandë, Shkodër, Skrapar, Tepelenë, Tiranë, Tropojë, Vlorë.

I candidati possono iscriversi solo nello Sportello Migrazione della propria regione di residenza.

La procedura di selezione prevede cinque distinte fasi:
1. Pre-selezione basata sulle candidature (per accedere al colloquio)
2. Colloquio selettivo tecnico-motivazionale (per accedere ai corsi di formazione)
3. Frequenza del corso di formazione
4. Prova finale per verificare le competenze e il grado di conoscenza della lingua italiana acquisiti (riservata a coloro che abbiano partecipato ad almeno l’80% delle ore di formazione)
5. Inserimento nelle liste di prelazione finalizzate all’eventuale impiego in Italia, sulla base dell’esito della verifica finale. 

Per maggiori dettagli sui corsi di formazione, sui settori d’impiego, i criteri e le procedure di selezione, si rimanda all’avviso in versione integrale (scaricabile qui), pubblicato in tutti gli Sportelli Migrazioni negli Uffici per l’Impiego e sul sito del Ministero del Lavoro, Affari Sociali e Pari Opportunità,http://www.mpcs.gov.al.